PEC: as-li@pec.cultura.gov.it   e-mail: as-li@cultura.gov.it   tel: (+39) 0586/897776

Archivio di Stato di Livorno

Sala studio

MODALITA' DI ACCESSO

L'accesso alla Sala studio è libero e gratuito. I posti disponibili sono limitati (6), dunque è fortemente consigliata la prenotazione inviando, almeno un paio di giorni prima, una email all'indirizzo as-li.salastudio@cultura.gov.it 

Oltre alla prenotazione della Sala studio, è preferibile - là dove possibile - prenotare via email anche i pezzi che si intendono consultare.

Orari di apertura della Sala studio: 

  • lunedì - mercoledì - venerdì ,ore 8.30-13.30
  • martedì e giovedì, ore 8.30-17.30

Ogni utente può consultare 2 pezzi al giorno, ad eccezione del martedì e giovedì in cui è possibile consultarne 3. Laureandi, dottorandi e utenti provenienti da fuori Livorno possono consultare fino a 5 pezzi al giorno

► Vai alla pagina con gli inventari dei fondi

Una volta in sala studio ogni utente deve compilare un modulo di accesso. Borse e oggetti personali non possono essere introdotti nella sala studio ma devono essere lasciati dentro agli appositi armadietti. 

I documenti debbono essere consultati in silenzio e maneggiati con cura, rispettando rigorosamente l'ordine in cui si trovavano le carte contenute in ogni busta o fascicolo. L'utente può chiedere di lasciare i pezzi consultati in disponibilità per un periodo di massimo 15 giorni.

Nella Sala studio è possibile consultare raccolte di leggi e normative, libri e riviste appartenenti alla Biblioteca dell'Istituto il cui catalogo è disponibile online a questo indirizzo.

DOCUMENTI COPERTI DA RISERVATEZZA

La vigente normativa sul trattamento dei "dati sensibili" relativi alla tutela delle persone, limita la libera consultabilità. I documenti coperti da riservatezza sono:

  1. documenti di carattere riservato, riguardanti la politica estera ed interna dello Stato, relativi ad affari degli ultimi cinquanta anni;
  2. documenti contenenti dati sensibili (idonei cioè a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale) risalenti a non più di quaranta anni o a settanta se i dati sono idonei a rivelare lo stato di salute, la vita sessuale o rapporti riservati di tipo familiare. Prima dei suddetti termini, la consultazione per motivi di studio può essere autorizzata dal Ministero dell'Interno, previa domanda di autorizzazione presentata alla Prefettura di Livorno.


Ultimo aggiornamento: 11/06/2024